28 settembre 2009

Monologo di Domenico, da Nostalghia di Andrej Tarkovskij














Dove sono quando non sono nella realtà e neanche nella mia immaginazione?
Faccio un nuovo patto col mondo.
Che ci sia il sole di notte e nevichi d’agosto.
Le cose grandi finiscono.
Sono quelle piccole che durano.
La società deve tornare unita e non così frammentata.
Basterebbe osservare la natura per capire che la vita è semplice e che bisogna tornare al punto di prima.
In quel punto dove voi avete imboccato la strada sbagliata.
Bisogna tornare alle basi principali della vita senza sporcare l’acqua.
Che razza di mondo è questo se è un pazzo che vi dice che dovete vergognarvi.
(…)
Oh madre! Oh madre! L'aria è quella cosa leggera che ti gira intorno alla testa e diventa più chiara quando ridi.

Nessun commento: